CONCORSO AULA MOBILE - CONTAINER - UNIVERSITA' PER STRANIERI DI SIENA

Questo progetto è concepito con lo scopo di creare un’ aula mobile dove poter studiare e proprio da questo concetto si è partiti per svilupparlo.
Il concept stesso si basa sull’ idea di creare un luogo adatto allo studio che non sia un mero ambiente isolato ma che, spostandosi, insegni le lingue nelle varie zone prescelte. Per comunicare bisogna conoscere le lingue, per conoscere le lingue bisogna studiare “si studia sui libri” e conseguentemente bisogna avere un luogo dove studiare quindi il container è un libro che si apre e diffonde il conoscere.
Da qui ho deciso di utilizzare un container usato “che abbia viaggiato”, in modo da creare una connessione tra la trasmissione della lingua come studio e l’ edificio stesso. Le dimensioni del container sono quelle standard di mt 12.19×2.43×2.89, in modo da agevolare il trasporto utilizzando un camion, evitando quindi mezzi per trasporti eccezionali; inoltre si è tenuto conto della distribuzione dei pesi una volta che il container è chiuso, posizionando le strutture chiuse e gli accessori in modo che non venga spostato il baricentro.
Il container è dotato di un sistema di aperture che allo stesso tempo si rifaccia all’ idea di partenza del “libro”; infatti è dotato di una serie di martinetti idraulici che prima aprono una parte facendola ruotare sull’ asse del lato lungo e poi con un’altra serie di martinetti vene posizionata la copertura inclinata che richiama le pagine del libro e nello stesso tempo ha la funzione di raccogliere le acque piovane per poi essere riutilizzate, infine vengono posizionate le pareti verticali nei lati corti dove si è ampliato il container, un ulteriore richiamo al concetto del libro si può notare nel lato corto dove si vede l’ inclinazione delle falde e poi viene ripreso dai frangisole in legno come nell’ intento di evidenziare le pagine di un libro aperto. Al container si accede tramite una rampa, la quale permette l’ accesso anche ai disabili; lo stesso è formato da tre ambienti: l’ aula vera e propria di 48,00 mq contenente 24 postazioni di studio e la cattedra dell’ insegnate, un bagno chimico di 3,00 mq (fruibile anche dai disabili) e un locale tecnico dove saranno contenute le strumentazioni, come il server e i pannelli di controllo di tutte le dotazioni per le energie rinnovabili.
Il container sarà isolato sia termicamente che acusticamente, andando ad inserire internamente un sistema di pannellature sandwich con isolante di fibre minerali ad alta densità di sp. 120mm U=0,29 W/m²K per le pareti verticali e 150 mm U=0,23 W/mqK per la copertura, e creando anche un vano ventilato tra la nuova struttura e le lamiere esistenti in modo da creare, appunto, una micro ventilazione che isoli ottimamente e saranno utilizzate anche vetrate con triplo vetro camera antisfondamento con un U di 0,9 W/m²K . Inoltre per abbattere ulteriormente il calore estivo si dipingerà l’ intero container di vernice bianca in modo da riflettere i raggi solari ed un ulteriore sistema di difesa dal calore estivo sarà fornito dai frangisole in legno mobili.

Progettista: Arch.Manuel Laporini

Committente: Università per Stranieri di Siena

Luogo e data: Italy Siena (SI), Luglio 2013

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze . Puoi leggere l'informativa decidere se negare consenso a tutti o ad alcuni cookie Informativa Privacy Policy.

O accettarne l'utilizzo