Casa Tradizionale VS Casa Prefabbricata

Vota questo articolo
(1 Vota)

Casa Tradizionale VS Casa Prefabbricata

casa in legno scorcetoli

 

Nel momento in cui si sceglie di realizzare la propria casa, si presentato diversi aspetti da valutare a seconda delle esigenze che ognuno ha, partendo dalla struttura per arrivare alle finiture.

Vediamo ora quali sono le tipologie principali di costruzioni presenti sul mercato e su quale è meglio volgere il proprio interesse.

Attualmente sul mercato possiamo trovare due macro raggruppamenti di metodologie di costruzione, quella classica e quella prefabbricata.

Entrambe sono due ottime soluzioni, la scelta dipende dai gusti, dal confort abitativo che si desidera e dal livello di risparmio energetico che si vuole avere in un futuro.

 

CASE PREFFABBRICATE

Da sfatare subito il mito che se si sceglie di realizzare la propria casa in prefabbricato non la si può avere su misura, ma si realizza il progetto come per una casa tradizionale e non fa aumentare assolutamente i costi di produzione.

Le tipologie principali di case prefabbricate attualmente sono tre: in legno, in acciaio e in cemento o muratura.

La logica per la realizzazione di questi tipi di case non è altro che preassemblare parti della struttura o effettuare i tagli delle parti in stabilimento in modo da velocizzare i tempi di costruzione e migliorarne la precisione in fase di costruzione.

 

CASE TRADIZIONALI

In Italia si può affermare che quasi tutti gli edifici che venivano costruiti fino a qualche anno fa ricadevano nella tipologia tradizionale cioè muratura o cemento armato, solo negli ultimi tempi si è iniziato a costruire con nuove metodologie che in altri Paesi erano già utilizzate da decenni.

La realizzazione di edifici a struttura tradizionale avviene totalmente in cantiere a parte qualche elemento prefabbricato.

Questo metodologia di costruzione implica quindi delle tempistiche molto più lunghe per la realizzazione.

RAFFRONTO

Come tutte le cose entrambe le soluzioni hanno dei vantaggi e degli svantaggi vediamo di analizzare le principali differenze.

            - Tempi di realizzazione (chiavi in mano): una casa prefabbricata nello specifico in legno può essere realizzata in 6 mesi a differenza di una tradizionale dove i tempi di realizzazione si aggirano almeno intorno ai 18 mesi.

            - Risparmio energetico: mettendo a confronto una struttura in muratura con una il legno si ottiene che la prima ha una trasmittanza media della muratura di U=0.29 W/(m²K) mentre la seconda un U=0.135 W/(m²K). Per meglio comprendere l' importanza di questo valore basta dire che più si avvicina allo 0 migliori sono le prestazioni energetiche dell' edificio ed un conseguente risparmio nelle bollette del riscaldamento o del raffrescamento.

            - Rispetto dell' ambiente: in una casa prefabbrica bio cioè in legno vengono utilizzati materiali ecosostenibili senza sostanze nocive, questo garantisce una migliore vivibilità soprattutto per chi soffre di allergie, di asma oltre che un maggiore rispetto dell' ambiente. Una casa tradizionale o prefabbricata in cemento o muratura inquina molto di più poiché le materie utilizzate per la realizzazione durante la loro lavorazione creano gas dannosi per l' ambiente.

            - Durata nel tempo: entrambe le tipologie se realizzate a regola d' arte non hanno problemi di durata nel tempo, gli unici accorgimenti da adottare sono quelli di ordinaria manutenzione.

Letto 701 volte

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze . Puoi leggere l'informativa decidere se negare consenso a tutti o ad alcuni cookie Informativa Privacy Policy.

O accettarne l'utilizzo